background_maledettabatteria_blog2.png

 



Quanto tempo occorre per ricaricare un power bank?

Quando acquistiamo un giocattolo nuvo, spesso guardiamo essenzialmente la caratteristica commerciale principale. Se compriamo una macchina fotografica guardiamo il numero di Mpx, se compriamo un computer guardiamo la velocità del processore...nel caso di un power bank, per esempio, vorremmo acquistare il più potente disponibile, 15000 o 20000mAh...e poi vogliamo pagarlo poco, pochissimo, senza curarci della qualità o di altre specifiche. E' così che presto scopriamo l'amara sorpresa: per ricaricare il nuovo mostro da 20Ah occorrono più di 20 ore!!!

Detto in modo semplice: il power bank è un device che ha una batteria interna, esattamente come un notebook, un tablet od un cellulare. Questa batteria interna, ha una certa capacità. Più è capace il power bank, maggiore sarà il tempo di ricarica.

In generale, siamo sicuri che sono sufficienti dalle 2 alle 5 ore per ricaricare un normale power bank (medio-piccolo). Ma quanto tempo occorre per ricaricarne uno grosso, diciamo da 10000mAh o da 20000mAh?

Sappiamo tutti come si ricarica un power bank. I nuovi power bank, sono dotati di una porta micro-USB atta a ricaricare il dispositivo, si tratta quindi di un ingresso. I power bank più vecchi hanno ancora una porta mini-USB, ormai rara. La scelta della micro-USB permette di ricaricare il power bank con il caricabatterie fornito in dotazione con lo smartphone o con il tablet:

tempo di ricarica power bank

Ovviamente possiamo utilizzare un qualsiasi cavo usb - microUSB e collegarlo alla porta USB di un computer qualsiasi (generalmente poco potente, a meno che non sia progettata in modo specifico per la ricarica o non si tratti di una USB3)

tempo di ricarica power bank

Un comune laptop dotato di porta USB,per esempio difficilmente supera i 500-700mA di corrente disponibile:

tempo di ricarica power bank

Considerando appunto il power bank come un device elettronico "qualsiasi", dotato di batteria interna, valgono le stesse osservazioni fatte in questo post:

Se ho un power bank da 10000mAh, ovvero da 10Ah e lo ricarico con un caricabatterie USB che ha una corrente in uscita di 1A, occorreranno circa 10 ore per ricaricare completamente il power bank! Se uso invece un caricabatterie da 2A, per esempio uso un caricabatterie da tablet, occorreranno: 2A x 5h = 10Ah, ovvero riempio la capacità di 10Ah in sole 5h. Se lo ricarico tramite una normalissima porta USB di un PC che normalmente non da più di mezzo ampere (0.5A) allora occorreranno 20h.

Certo si tratta di tempi enormi, per cui sarebbe conveniente ricaricare un power bank utilizzando un caricabatterie da rete abbastanza potente. Purtroppo però, mentre quando ricarico un tablet od uno smartphone evoluto, questi accettano senza problemi una corrente di ricarica di 2A ed oltre...quando ricarico un power bank, questo non è possibile.

Quindi fissiamo i concetti ricavati dall'esempio precedente con una utile nota:

Il tempo necessario per ricaricare un power bank dipende da tre fattori:
Capacità del power bank (per es 10000mAh)
Corrente di output disponibile dal caricabatterie (per es 1A)
Corrente accettata all'ingresso del power bank (per es 1A)

La capacità del power bank è quella che è, nel senso che l'abbiamo scelta avendo fatto diverse considerazioni sul rapporto capacità/peso, abbiamo considerato le dimensioni e la portabilità ed i dispositivi che vogliamo ricaricare.

La corrente disponibile dal caricabatterie dipende da quel che abbiamo a disposizione in casa. Consideriamo due comunissimi caricabatterie da rete, uno per smartphone e l'altro per tablet:

tempo di ricarica power bank

Normalmente con il tuo smartphone ti viene fornito un caricabatterie che eroga una corrente di circa 1A (si va dai 500mA per gli smartphone piccoli ad 1.3-1.5A per gli smartphone più potenti e con grossi display):

tempo di ricarica power bank

Con il tablet, invece, ti viene fornito un caricabatterie che generalmente eroga una corrente di circa 2A (si va da 1.5A per i tablet da 7-8" ai 2.5A dei tablet dai 10" in su). Con questo caricabatterie, come spiegato, riusciresti a caricare un power bank da 10Ah in meno di 5h!

tempo di ricarica power bank

Come abbondantemente discusso in altri articoli, non devi preoccuparti di usare un caricabatterie con corrente elevata. L'importante è che la tensione sia 5V (e naturalmente lo è, dato che è quella prevista dalle specifiche delle porte USB). Dopodichè, più corrente ho, meglio è: sarà infatti il circuito interno al power bank a "limitare" la corrente in ingresso secondo il valore di progetto.

Ed è questo il nocciolo: la corrente di input che il power bank accetta sulla porta micro-USB. Infatti, purtroppo:

La maggior parte dei power bank in commercio non accettano correnti in ingresso maggiori di 1A

Ed il problema diventa immediatamente la qualità del power bank, ovvero un problema economico determinato dalla qualità generale del power bank (qualità celle, materiali etc..) e, nella fattispecie, dalla qualità del circuito elettronico interno:

tempo di ricarica power bank

Corrente di input della porta micro-USB

Da questo parametro dipende essenzialmente il tempo di ricarica. Che corrente accetta il power bank che hai scelto? Nei power bank economici (10-15 euro spediti su ebay, per intenderci), la corrente di input (ricarica) è un parametro del tutto sconosciuto. Abbiamo testato decine di power bank economici, e ne sul case del power bank nè su un libricino di istruzioni o sul box (quando c'è) è possibile conoscere questo parametro:

tempo di ricarica power bank

Purtroppo spesso accade anche in prodotti costosi, esteticamente gradevoli o brandizzati: la corrente di input, parametro che determina la velocità di ricarica del power bank, è un dato sconosciuto:

tempo di ricarica power bank

Quando il power bank è piccolo, il problema è piccolo: ricaricare un power bank da 1500-2500mAh, che accetti una corrente da 1A o da 0.8A...non fa tanta differenza perchè comunque siamo nell'ordine delle pochissime ore di ricarica e comunque paragonabili alla ricarica della capacità di una batteria di smartphone.

Quando il power bank è molto capace, il problema è grosso: è paradossale vedere sul commercio prodotti da oltre 10000mAh, che pubblicizzano l'alta capacità, la buona qualità delle celle e persino la velocità di carica dei dispositivi (avendo USB out da 2A ed oltre)...ma senza minimamente accennare alla corrente max di ricarica accettata dalla porta micro-USB:

tempo di ricarica power bank

E siccome se una specifica non viene pubblicizzata allora di sicuro è scarsa, potrei ritrovarmi questo mostro da 10.4Ah tra le mani e scoprire che occorrono oltre 10 ore (se va bene) per ricaricarlo completamente!

Altre volte, invece, il dato non viene stampigliato sul case del prodotto...è però indicato sulla confezione o nelle specifiche stampate sul libricino di istruzioni:

tempo di ricarica power bank

Normalmente i piccoli power bank hanno ingressi da 0.5 a max 1A. Altrettanto normalmente, quando non viene specificato nulla, quasi sempre ci si trova di fronte a prodotti che lavorano in questo range. Spesso accade però che le dichiarazioni non siano veritiere, nè per quel che riguarda la capacità del power bank, nè per quel che riguarda la corrente di ricarica:

tempo di ricarica power bank

Per ricaricare i 5200mAh di questo power bank, occorrono 5,2ore, dato che accetta 1A in ingresso...nella realtà ne occorrono più di 7. Questo significa che il power bank accetta una corrente max di ricarica di 7-800mA.

Su un prodotto di qualità decente, invece, c'è sempre indicato l'amperaggio della porta di input o quanto meno è sempre specificato sulla confezione o sul libretto di istruzioni:

tempo di ricarica power bank

Power bank fast re-charge

Così come esistono i power bank fast-charge o "quick-charge", ovvero in grado di fornire una corrente in uscita sulla porta USB di oltre 1.5A (per ricaricare più velocemente i device/smartphone/tablet), per fortuna esistono anche i power bank "fast-recharge". Questo termine sta ad indicare la velocità con cui posso ricaricare il power bank stesso. Ovvero indica che la porta micro-USB di input è di 1.5A o superiore:

tempo di ricarica power bank

Questo gioiellino, con batteria ai polimeri di litio da 8800mAh, dichiara un ingresso da 1.5A. Essendo un prodotto di alta qualità, non solo la dichiarazione è veritiera...ma è anche pessimistica, dato che in meno di 5 ore si ricarica completamente.

Quando scegliamo un prodotto di qualità, brandizzato e garantito, è naturale attendersi che la corrente di ricarica sia più alta...man a mano che aumenti la capacità del prodotto. Consideriamo per es questo bellissimo power bank da 20000mAh:

tempo di ricarica power bank

Con una corrente di input di 2A posso ricaricarlo completamente solo in 10 ore!! Certo sono tante, rappresentano una notte intera...ma stiamo parlando di 20Ah: pensate cosa significherebbe ricaricarlo se avesse un input da 1A (20 ore) o da 0.5A.

Nella scelta di un prodotto tecnico qualsiasi, come nella scelta di un power bank, bisogna valutare sempre diversi fattori. Non fermarsi alle specifiche base, non lasciarsi allettare da prodotti "specchietto" e ricordare sempre che, purtroppo, la qualità costa sempre qualche euro in più.

Letto 84920 volte Ultima modifica il Giovedì, 14 Luglio 2016 14:39
Google+